Tempo e Società

Tempo e Società, num. 7 – Le stagioni della nostra vita

A cura di Gianmaria Pennesi

Ancora una volta l’Estate ha lasciato il posto all’Autunno. Ancora una volta le giornate hanno iniziato ad essere più fredde e più buie. Ancora una volta le stagioni ed il loro susseguirsi, hanno voluto ricordarci del tempo e del suo inevitabile scorrere.

Se ci pensiamo bene, in fondo, le nostre vite sono scandite dall’inseguirsi delle stagioni: Primavera, Estate, Autunno, Inverno, da sempre usate nell’arte per descrivere noi stessi.

Ed è in questa “Ballata per quattro stagioni”, così come cantava Ivan Graziani nella sua canzone, che ci ritroviamo in “…un ricordo soltanto anche se breve…” a rivivere, con una dolce malinconia, i giorni passati, i ricordi di attimi di vita fuggiti per sempre, scappati con forza dalle nostre mani, convinti che mai più indietro torneranno. In questa dolce tristezza, però, possiamo trovare conforto nella meravigliosa canzone di Franco Battiato, è qui che possiamo renderci conto che alla fine “ …La stagione dell’amore viene e va, all’improvviso senza accorgerti, la vivrai, ti sorprenderà… ”.

Il cantante siciliano ci ricorda, paragonando il passare delle stagioni ad un valzer d’amore, che alla fine, le stagioni torneranno e, insieme ad esse, nuove emozioni faranno strada in noi.

Troviamo nelle sue parole un dolce senso di conforto, Battiato ci spinge, nonostante i nostri comuni dubbi, “ …La stagione dell’amore tornerà con le paure e le scommesse questa volta quanto durerà… ”, ad andare avanti, a cadere, a sorridere, a piangere e a vivere di nuovo, perché di nuovo l’Autunno lascerà spazio all’Inverno, ed esso alla Primavera e poi di nuovo all’Estate, in un vortice di sentimenti e di attimi che per sempre resteranno impressi nella nostra anima e nelle stagioni della nostra vita.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.