Tempo e Società

Tempo e Società, num. 2 – Eadweard Muybridge

a cura di Gianmaria Pennesi

È stata la fotografia (1839) ad aver modificato, forse più di tutte le altre arti, la nostra concezione del tempo.

Pioniere della fotografia in movimento sarà il fotografo britannico Eadweard Muybridge (1830-1904).

La storia ha inizio nel 1872 quando il governatore della California Leland Stanford chiese a Muybridge di confermare e quindi di dimostrare che, durante il galoppo di un cavallo, ci sia un momento in cui tutte le zampe sono sollevate da terra. L’obiettivo era quello di riuscire a fermare ogni singolo istante della corsa, immortalare per sempre il tempo in una serie di scatti che, se messi insieme, riproducessero il movimento dell’animale.

Per riuscirci il fotografo inglese posizionò una serie di macchine fotografiche, ognuna collegata ad un filo di lana. Nel momento in cui il filo veniva spezzato dal passaggio del cavallo, lo scatto veniva effettuato e il dettaglio catturato.

I suoi studi ed esperimenti verranno interrotti a causa di personali vicende giuridiche legate ad un omicidio. Riprenderà e perfezionerà i suoi lavori nel 1877. L’anno dopo dimostrerà vera la teoria del governatore californiano.

La sequenza “The Horse in motion” apparve assurda poiché andò contro le convinzioni comuni, finora raffigurate, secondo cui le zampe del cavallo erano tutte sollevate nel momento di massima estensione.

Negli anni successivi realizzerà lo zooprassinoscopio, un’anticipazione della proiezione cinematografica. Lo strumento consisteva infatti in una ruota sulla quale venivano disegnate le figure precedentemente immortalate, fatta poi girare velocemente, essa offriva la possibilità di osservare la sequenza fotografica in un movimento continuo.

Realizzerà molti altri studi sugli animali e sulle figure umane.

Le sue ricerche modificheranno il concetto di tempo e di movimento al punto di influenzare i maggiori artisti dell’epoca.

Grazie a Muybridge abbiamo avuto la possibilità di dividere e fermare un momento in tanti piccoli attimi capaci di descrivere un movimento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.