Eventi

Anche ai tempi del Corona Virus, l’astronomia non si ferma

Il Museo dell’Orologio, come da tradizione, ricorda gli eventi astronomici che occorrono nel corso dell’anno; siamo ora all’equinozio di primavera.

Il paese di Montefiore dell’Aso, con i suoi cinque orologi solari antichi (quattro da parete ed un emiciclo romano) è il luogo ideale per “osservare” gli equinozi grazie ai due orologi (l’orologio della facciata della Chiesa di San Filippo e l’orologio solare di Piazza della Repubblica) sul cui quadrante si vede l’ombra dello gnomone passare proprio sopra la “linea equinoziale” che “segna” appunto la chiusura delle stagioni fredde e l’inizio delle stagioni calde.

Tecnicamente questo “passaggio” per il 2020 (ogni anno cambia! l’avvento della primavera non è infatti fissata al 21 marzo, ma ci gira attorno per varie questione di meccanica celeste!) alla “primavera astronomica” (detto anche punto gamma, o ariete, o vernale) è avvenuto il 20 marzo, alle ore 3h 50m AM GMT+1.

Gli orologi di Montefiore evidenziamo come l’ombra dello gnomone passi proprio sulla linea equinoziale 😜, benvenuti in primavera dal Museo dell’Orologio di Montefiore dell’Aso (foto scattate da persone che erano nella zona)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.