Testimonianze

Ad Oliviero, tra i nostri primi collaboratori

Si… abbiamo iniziato nel 2014, in un’estate calda dei primi giorni d’agosto!

In quei giorni abbiamo fermato il tempo antico di Montefiore, e poi con un alito, lo abbiamo fatto ripartire. In cima al braccio della tua piccola gru, ci siamo stagliati su per la facciata della Chiesa di San Filippo, non curanti dei molti amici che sotto c’incitano a mollare, vista la stranezza del nostro lavoro.

Abbiamo prima tolto le erbe cattive che hanno invaso quella povera architettura post-rinascimentale, abbiamo poi appoggiato il palmo delle mani sull’intonaco violato di quella vecchia meridiana: abbiamo sentito il grido di dolore di quello squarcio profondo che di anno in anno rendeva quel bene pubblico sempre più esposto all’oblio!  Ci siamo incaponiti sul voler far ripartire il “tempo” sul quell’intonaco che nascondeva un’antica meridiana.

Abbiamo ricucito il primo grande squarcio, ci siamo fermati, perché la fretta e la fame avrebbe rovinato il lavoro. “Le cose non si fanno di fretta! Oronzo… quel sole ti sta bruciando la testa, metti il mio cappello”.  Così abbiamo fermato tutto.

Ci siamo ritrovati il giorno dopo, di nuovo abbiamo riallestito il nostro spazio di lavoro! Mille attrezzi in più, dime, colori al quarzo ed abili mani di pitture e di manovratore, era tutto quello che avevamo per dare il colpo di grazia alla storia. Il tempo era ancora fermo lassù ed il sole piano piano infuocava sempre più il nostro intonaco appena restaurato da Oliviero.

Ad ogni movimento rapido del braccio, una nuova linea di colore granata riempiva lo spazio del tempo, ed un nuovo tocco di dito sul joystick muoveva il braccio meccanico.

Di linea in linea, il quadrante muto del nostro antico orologio solare tornava a prendere parola; per noi, era come sentire un cuore che tornava a battere, massaggio dopo massaggio.

Grazie Oliviero, le mani del manovratore era le tue, i consigli erano i tuoi e quell’intonaco di quell’antico quadrante del tempo batte di nuovo grazie a te. Che il tempo tuo ora sia lieto eternamente.   Con Oliviero, successivamente abbiamo restaurato anche l’orologio della Piazza della Repubblica.  Un grazie ad Oliviero da parte del Museo dell’Orologio di Montefiore dell’Aso.

(nella foto i ragazzi ringraziano Oliviero per il restauro dell’Orologio solare della Chiesa di San Filippo in Montefiore dell’Aso)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.