Orologio Flli Orsolini, un difficile restauro

Pubblicato il Pubblicato in Restauri

carico-orsolini-fondatori-museo-orologioIl Museo dell’Orologio di Montefiore dell’Aso ha impiegato un anno per ridare una chance ad un fantastico orologio da torre marchigiano dimenticato in una oscura cantina. Il grande orologio (lungo 150 cm, largo 80 cm ed alto 90, con un pendolo da 2,7 metri) è un maestoso tre carri con punzone “F.lli Orsolini di Montegiorgio N. 15 ”; ma tanta maestosità non ha sottratto questo orologio all’abbandono e al degrado.

L’orologio si presenta infatti alquanto malconcio e bisognoso di un’importante opera di restauro. La direzione del Museo ha pensato dunque di selezionare un valente restauratore perché l’orologio Orsolini potesse tornare al suo splendore sperabilmente.

Domenica 27 novembre 2016, l’orologio è stato trasferito dal Museo dell’Orologio al laboratorio di restauro dell’artigiano Francesco Sartori di Bologna. Il giovani Sartori, grande esperto di orologeria storica, tra l’altro è suo il restauro dell’orologio del Viminale, con grande pazienza nel corso dei prossimi mesi sarà intento a ridare “ritmo” al bellissimo meccanismo dei F.ll Orsolini.

Al rientro a Montefiore dell’Aso dell’orologio Orsolini sarà organizzata una serie di conferenze ed esposizioni tematiche sull’orologeria antica.

francesco-sartori-restauro-orsolini

Con questo importante passo, il Museo dell’Orologio di Montefiore conferma sempre più il suo interesse e la sua propensione ad essere il più importante centro per lo studio, la conservazione, la salvaguardia e la valorizzazione degli antichi orologi del Centro Italia.

Per chi fosse interessato a contribuire al restauro, potete contattare i curatori del Museo dell’Orologio (Oronzo Mauro, Guido Cossignani, Giampaolo Valori, Giuseppe Basili).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *